Residenza - Comune di Luisago (CO)

Gli Uffici | Demografici | Servizi al cittadino e modulistica | Residenza - Comune di Luisago (CO)

TRASFERIMENTO DI RESIDENZA

Il trasferimento di residenza comporta l'obbligo dell'iscrizione anagrafica del nucleo familiare nel nuovo Comune, entro 20 giorni dall’avvenuto spostamento.

I cittadini possono presentare dichiarazione di nuova residenza non solo presso lo sportello comunale, ma anche per raccomandata, per fax e per via telematica.

Quest'ultima possibilità è consentita solo ed esclusivamente ad una delle seguenti condizioni:

- se la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice      

- se la dichiarazione è sottoscritta con firma digitale

- se l'autore è identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, dalla carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentono l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione

- se la dichiarazione è trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata dal dichiarante. (PEC)

 

Come si fa - per i cittadini italiani

Il cittadino italiano che intende trasferire la residenza nel Comune di Luisago dovrà compilare la dichiarazione di residenza (modello ministeriale) in ogni sua parte.

Documenti necessari:

-    Dichiarazione di residenza

-    Documento d'identità valido del richiedente e di tutte le persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni devono sottoscrivere il modulo;

-    Patente e carta di circolazione di eventuali veicoli intestati di tutti i titolari, per aggiornare la residenza nell’archivio degli abilitati alla guida e ricevere il tagliando da apporre sul libretto di circolazione da parte della Motorizzazione Civile.

Alla dichiarazione di residenza occorre allegare obbligatoriamente il titolo di occupazione dell'alloggio, o dichiarazione del proprietario di casa in caso i richiedenti non siano intestatari di alcun contratto di locazione o gli occupanti dell’alloggio non siano direttamente proprietari dello stesso. In mancanza di ciò la dichiarazione non verrà accolta.

 

Come si fa - per i cittadini extracomunitari

Documenti necessari:

- In aggiunta a quanto richiesto per i cittadini italiani, i cittadini extracomunitari dovranno produrre i documenti previsti dalla circolare 9 del 27/4/2012, Allegato A.

 

Come si fa - per i cittadini comunitari

A seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs. 30/2007, la Carta di soggiorno è abrogata ed è sostituita da un certificato anagrafico di residenza e soggiorno rilasciato dall'Ufficio Anagrafe, previa iscrizione.

I cittadini UE (a cui si aggiungono i cittadini di Svizzera, Norvegia, Liechtenstein, Islanda, Principato di Monaco, Andorra e Città del Vaticano) possono liberamente circolare e soggiornare in Italia fino ad un massimo di 3 mesi senza formalità.

Alla scadenza, per essere regolarmente soggiornanti, i cittadini in oggetto devono iscriversi all'anagrafe del Comune in cui abbiano fissato la dimora abituale: al termine di tale procedimento agli stessi verrà rilasciato, previa richiesta, un’attestazione di regolarità di soggiorno.

Documenti necessari:

I cittadini comunitari dovranno produrre i documenti previsti dalla circolare 9 del 27/4/2012 Allegato B

 

Come funziona

Una volta presentata la domanda secondo le disposizioni previste dalla circolare Ministeriale n. 9 del 27/4/2012, l'Ufficiale d'anagrafe entro 2 giorni lavorativi dalla presentazione della stessa provvede alla registrazione della dichiarazione di nuova residenza, fermo restando che gli effetti giuridici decorrono dalla data di presentazione della domanda.

Si comunica che a seguito della registrazione della dichiarazione di nuova residenza l'ufficio provvederà ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti per la registrazione e che trascorsi 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata, senza che sia stata effettuata la comunicazione dei requisiti mancanti, la registrazione si intenderà confermata.

In caso di mancanza di requisiti previsti per legge l'Ufficiale d'anagrafe informerà l'interessato affinché quest'ultimo provveda a presentare per iscritto le proprie osservazioni entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione.

Qualora l'esito dell'accertamento fosse invece negativo, verrà ripristinata la posizione anagrafica precedente.

Si precisa che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli art. 75 e 76 del DPR 445/2000, i quali dispongono la decadenza dei benefici acquisiti per effetto della dichiarazione nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace con segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

 

MODELLI DA ALLEGARE

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (265 valutazioni)